Dopo 17 anni di commissariamento il nuovo CdA dell’Iacp di Trapani [AUDIO]

Dopo ben 17 anni di commissariamento , si è insediato all’IACP di Trapani il nuovo Consiglio di Amministrazione nominato lo scorso 9 novembre dal presidente della Regione Nello Musumeci. Presidente dell’Ente è l’avvocato Vincenzo Scontrino, vice presidente è Marcello Tricoli e componente è Mario Bommarito.

Nel #trapanisìgierre di oggi ecco le prime dichiarazioni ufficiali del nuovo presidente Scontrino, per ascoltare schiaccia PLAY:

Ieri si è svolto il passaggio di consegne tra l’uscente commissario straordinario Fabrizio Pandolfo e il neo presidente alla presenza del direttore generale Pietro Savona, della Dirigente dell’Area finanziaria Nunziata Gabriele e, in video conferenza, dei componenti del Collegio straordinario dei sindaci, Catrini, Santoro e Intravaia e dell’incaricato OIV Giuseppe Candura.

“È stata per me una esperienza importante – ha commentato il commissario straordinario Pandolfo – durante la quale si sono continuate, avviate e definite parecchie iniziative, importanti ed eccezionali al tempo stesso. E’ tempo di bilanci: personalmente ritengo che i risultati raggiunti sono stati più di quelli che mi aspettavo. Nonostante l’emergenza pandemica, l’IACP di Trapani ha certamente il merito di aver saputo non fermarsi e continuare nel perseguire i suoi obiettivi. Ben presto buona parte del comprensorio di questo meraviglioso fazzoletto di terra siciliano, da Trapani a Marsala, da Alcamo a Castelvetrano e, ancora, Pantelleria, per citarne alcuni, conoscerà risultati concreti con il recupero di contenitori edilizi, abitativi e di aree, per troppi anni rimasti preda del degrado. Sono certo che la nuova governance continuerà secondo questa direttrice, intercettando ulteriori nuovi finanziamenti per ulteriori progettazioni già pronte e definitive. Sono felice che sia toccato a me passare il testimone al ricostituito Consiglio di Amministrazione dopo il lungo periodo di commissariamento dell’Ente”.

“Sono consapevole di essere chiamato a svolgere un ruolo innanzitutto sociale per la mission di questo ente – ha detto il neo presidente Scontrino – la cui attività è essenzialmente quella di rispondere alle aspettative di una fetta, pure non piccola, della nostra collettività, quella provata da precisi disagi e sulla quale poi in questo momento si stanno scaricando le particolari conseguenze anche economiche dell’attuale crisi generata dall’emergenza pandemica. Il recupero di contenitori edilizi ed aree resterà il nostro obiettivo sul quale spero l’ente possa fare rete con le amministrazioni locali e con quella regionale. Puntiamo a continuare un cammino pieno di risultati, sapendo che abbiamo due cose su tutte da rispettare e possedere, la legalità e l’armonia. La legalità è il rispetto della legge, sappiamo che perseguendo ciò che la norma indica non ci sono paure da avere, deve aver paura chi non rispetta la legge e chi deborda, l’armonia è indispensabile poi per ottenere i risultati sperati”.

“Si chiude un lungo periodo di commissariamento dell’IACP durato circa 17 anni – ha sottolineato il direttore generale Savona – durante il quale abbiamo cercato di mantenere un costante livello di qualità rispetto all’attività dell’ente, ottenendo buoni risultati riconosciuti dalla Regione e dai suoi organismi direttamente a noi collegati come l’assessorato regionale e il Dipartimento per le Infrastrutture. Ringraziamo il commissario straordinario Pandolfo per il suo attivismo ed il contributo offerto nel guidare il nostro lavoro e salutiamo il nuovo Cda con cui lavoreremo per i prossimi anni, dedicando lo stesso impegno e la stessa passione, qualità necessarie per una organizzazione efficiente e preparata”.