Dissalazione a rischio nelle isole minori

TRAPANI – Trentacinque lavoratori dell’azienda Sofip, a cui la Regione ha affidato il servizio di dissalazione delle acque marine di Pantelleria, Linosa e Lampedusa, rischiano di restare senza lavoro. A dare l’allarme è il segretario provinciale della Filctem Cgil Domenico Rizzo insieme alle segreterie della Femca Cisl e Uilcem Uil visto che il 31 dicembre scadrà l’ennesima proroga concessa alla società che attualmente gestisce il servizio. Se la Regione non emanerà il bando gli impianti di Pantelleria, Linosa e Lampedusa rischieranno di chiudere e i dipendenti resteranno senza lavoro.