Democrazia partecipata, ecco i temi proposti dal Comune di Trapani

Le indicazioni in merito alla preferenza (accompagnate da eventuali osservazioni/suggerimenti) dovranno pervenire entro le ore 12:00 del 02 novembre

Il Comune di Trapani ha approvato, attraverso delibera di Giunta, le tematiche che i cittadini possono votare per la Democrazia Partecipata. Queste sono somme stanziate per progetti voluti direttamente dai cittadini. Gli aventi diritto per come sopra indicati, potranno esprimere la propria preferenza indicando una sola delle seguenti aree tematiche: Trapani è donna; Trapani – Campagna affido amici a quattro zampe; Trapani – Verde e decoro urbano; Trapani più accessibile

Le indicazioni in merito alla preferenza (accompagnate da eventuali osservazioni/suggerimenti) dovranno pervenire entro le ore 12:00 del 02 novembre mediante posta elettronica indirizzata a: [email protected] oppure mediante consegna a mano all’ufficio protocollo o con invio a mezzo di raccomandata a/r al Comune di Trapani indicando nella busta la dicitura ”DEMOCRAZIA PARTECIPATA” (in questo caso farà fede la data riportata sul timbro postale).

Ciascun cittadino potrà esprimere una sola preferenza e dovrà allegare copia del documento di riconoscimento. Non saranno accolte proposte presentate per conto di terzi, né proposte contenenti più di una opzione o relative ad aree tematiche diverse da quelle indicate dall’Amministrazione e riportate nel modulo.

L’Amministrazione utilizzerà la risorsa destinata tenendo conto delle preferenze espresse dei cui esiti sarà data pubblicità sul sito istituzionale del Comune di Trapani e – in relazione all’evolversi dell’attuale situazione epidemiologica – sarà valutata anche la possibilità di un confronto pubblico sul tema. I fondi stanziati è pari 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana, cioè 34 mila e 296,53 euro.