Dal 31 agosto al 4 settembre, ad Erice, la “Settimana Internazionale di Musica Antica”

Quattro concerti, dal 31 agosto al 4 settembre, nella chiesa di San Martino, ad Erice, per la Settimana Internazionale di Musica Antica. La rassegna è organizzata dall’associazione Amici della Musica di Trapani e il Comune di Erice in collaborazione con la Fondazione Erice Arte e l’Associazione Erice-La Montagna del Signore. In cartellone musica medievale e rinascimentale, con artisti di fama internazionale, all’avanguardia nel campo della ricerca storica e musicologica.

La rassegna si aprirà il 31 agosto con il concerto “Laudate Virginem”, canti, canzoni e danze dalla Sicilia medievale, con musiche del Troperium di Catania, eseguite nella cattedrale nel XII secolo e dello Chansonnier du Roi del XIII secolo, scritto per Carlo d’Angiò, re di Sicilia. Con Ann Allen, voce e shawm, Corina Marti organetto e doppio flauto, e Oded Geizhals percussioni.
Si continuerà l’1 settembre con “Il liuto, la voce del Rinascimento”. Il programma offre alcuni dei brani scritti per questo strumento più rappresentativi dell’estetica dell’epoca. Con Theresia Bothe, voce e Monica Pustilnik, liuto rinascimentale.

“In cytaris vel etiam in organis” è il titolo del terzo appuntamento del Festival di Musica Antica, che si svolgerà il 3 settembre. Il programma presenta esempi tratti dalla letteratura organistica medievale italiana e mitteleuropea e adattamenti originali di repertorio vocale e strumentale coevo. Con Peppe Frana, liuto medievale e chitarrino e Federica Bianchi, clavicembalo.
L’ultimo concerto “Luce nell’ombra”, il 4 settembre, proporrà musiche di Francesco Landini da Firenze. Vivabiancaluna Biffi, soprano e violino, Corina Marti, flauti e strumenti a tastiera medioevali, Michal Gondko, liuto a plettro.
Il biglietto di ingresso per gli spettacoli si potrà acquistare a partire da un’ora prima dell’inizio dei concerti e fino ad esaurimento dei posti disponibili. Inizio degli spettacoli ore 21.