Coronavirus, sarà l’Abele Ajello di Mazara il Covid hospital del Trapanese

Sarà l’Abele Ajello di Mazara del Vallo il Covid hospital della provincia di Trapani. “La nuova riorganizzazione ospedaliera, obbligata dall’aumento dei casi registrati negli ultimi giorni, indica l’ospedale di Mazara del Vallo quale centro dove predisporre i nuovi posti letto di terapia intensiva e sub-intensiva per assistere i soggetti ricoverati per il coronavirus”, ha reso noto la capogruppo dell’Udc all’Ars Eleonora lo Curto.

“Ora l’assessore regionale alla Salute
– prosegue – ha adottato il provvedimento specifico su Mazara del Vallo quale ospedale Covid e ho anticipato questa decisione al candidato sindaco Massimo Grillo che ne ha riferito durante un appuntamento elettorale pubblico incontrando i giornalisti”.
Proprio ieri seraRuggero Razza aveva risposto alle dichiarazioni del sindaco Alberto Di Girolamo che chiedeva l’attivazione, presso l’ospedale marsalese, del reparto di Malattie infettive per far fronte all’aumento dei positivi al coronavirus accertati nella provincia di Trapani, affermando che il nuovo Covid hospital non sarebbe stato quello di Marsala.

“La nostra città ha già dato molto – sottolinea la deputata marsalese – con il ‘Paolo Borsellino’ durante il lockdown e nella fase più critica della pandemia, ora il nostro ospedale può affrontare tutte le altre emergenze e patologie. Avevo espresso queste considerazioni al nuovo commissario straordinario dell’Asp di Trapani, Paolo Zappalà, che si è mostrato particolarmente attento alle esigenze di Marsala che, va ricordato, è la quinta citta della Sicilia per numero di abitanti”.

Con Zappalà Lo Curto riferisce di avere anche affrontato “anche le questioni aperte sul potenziamento dei servizi sanitari ed ospedalieri in tutta la provincia di Trapani, a partire proprio dalla città di Marsala”.