Concorso “Tuttixtutti” della CEI, premiata la parrocchia “Sant’Alberto” di Trapani

C’è la parrocchia Sant’Alberto di Trapani tra i vincitori dell’edizione 2019 di “TuttixTutti”, il concorso organizzato dal Servizio Promozione della Conferenza Episcopale Italiana e rivolto alle parrocchie.

A questa nona edizione hanno partecipato moltissime parrocchie con ben 394 candidature pervenute.

Alla parrocchia trapanese è stato assegnato il 7° premio – del valore di 4.000 euro – per un servizio di recupero della merce invenduta da panifici e ristoratori che viene redistribuita a famiglie in stato di disagio.

Il servizio di distribuzione – si legge nella scheda del progetto – si svolgerà nei locali del Centro pastorale della parrocchia e sarà quotidiano, da
lunedì a sabato. La raccolta dell’invenduto sarà effettuata da volontari la sera precedente oppure la
mattina secondo accordi con i fornitori mentre il servizio di distribuzione dei prodotti da forno si svolgerà
la mattina dalle ore 10.30 dopo aver pregato in chiesa con l’Ora Media, mentre i cibi cotti che ci fornirà
un servizio di catering che rifornisce mense scolastiche e aziendali avrà luogo nel primo pomeriggio e sarà
ad invito, scorrendo le liste di famiglie bisognose del territorio precedentemente individuate, secondo il
numero di coperti che per quella giornata avremmo ricevuto”.

I fondi del concorso saranno utilizzati per le spese iniziali del primo anno, in seguito il servizio, svolto da volontari senza alcun tipo di remunerazione o rimborso spese, sarà coperto – nelle intenzioni dei promotori – “dalla generosità della comunità parrocchiale che sarà sensibilizzata e coinvolta”.

Il concorso TuttixTutti premia quelle idee che nascono da un’intera comunità parrocchiale, quando si guarda intorno e pensa al modo migliore per aiutare chi ne ha più bisogno.
Per partecipare le parrocchie, oltre a presentare un progetto, devono organizzare un incontro formativo sul cosiddetto “sovvenire”, ossia il sostegno economico alla Chiesa cattolica.