Comune di Trapani: modificato il bando di assunzione per la Polizia Locale

Sparisce la patente A che era stata inserita e viene inserito tra i titoli valutabili il diploma. Rimane la certificazione “B1” della lingua inglese

Il Comune di Trapani fa un leggero passo indietro: è stato rettificato il bando di concorso relativo alla procedura selettiva pubblica, per titoli ed esami, per la stipula di sei contratti di Formazione e Lavoro della durata di un anno per la categoria C1 – profilo professionale “Istruttore di Polizia Municipale” presso il Comune di Trapani, per prestazioni che prevedono l’organizzazione del lavoro su fasce orarie antimeridiane, pomeridiane, serali, notturne e festive con impiego in turni, secondo l’articolazione prevista dal Regolamento del Corpo di Polizia Municipale di Trapani.

L’Amministrazione Tranchida ha chiesto agli uffici di valutare la possibilità di correggere alcune presunte incongruenze del bando. Tutto ciò è arrivato dopo un attento esame delle diverse questioni poste da moltissimi cittadini, da alcune sigle sindacali e da alcuni consiglieri comunali.

Gli uffici – con determina dirigenziale del 19 gennaio 2021 – avendo condiviso le osservazioni poste, che erano relative in primo luogo alla limitazione del diritto alla partecipazione alla selezione – hanno modificato il bando, escludendo tra i requisiti di partecipazione qualsivoglia tipologia di patente “A” e prevedendo tra i titoli valutabili il diploma, che per mero errore non era stato inserito nell’originario bando.

Permane, invece, tra i requisiti di partecipazione il possesso della certificazione “B1” della lingua inglese e ciò, in quanto, trattasi di titolo ottenibile in maniera semplice ed anche al fine di evitare un gravoso appesantimento della procedura, considerato che – in assenza della certificazione sarebbe stato necessario accettare la conoscenza della lingua con una specifica prova.

Il Comune, inoltre, precisa che il nuovo termine di scadenza per la presentazione delle domande decorrerà dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e che le istanze di partecipazione già presentate saranno considerate valide.

Il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore al Personale Dario Safina, hanno tenuto a precisare che queste modifiche rappresentano la precisa volontà dell’Amministrazione di arrivare alle assunzioni in maniera trasparente e nel più breve tempo possibile ma soprattutto la voglia di cambiamento di una politica che non si arrocca sulle sue posizioni e che ascolta le legittime istanze dei cittadini e della forze sociali. Quando avremo reso condivisa questa impostazione culturale, avremo posto le basi per una ulteriore e ancora più forte candidatura a capitale italiana della cultura e del cambiamento.