Cocaina nella credenza della cucina, arrestato un uomo ad Erice

Arrestato ieri in flagranza di reato dai militari della Stazione Carabinieri di Erice, con il supporto del Nucleo Cinofili di Palermo-Villagrazia, nel corso di un mirato servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, il 41enne ericino Maurizio Anastasi.
Già da tempo i suoi movimenti erano sotto l’attenzione degli investigatori che hanno eseguito una perquisizione domiciliare nel corso della quale, grazie al buon fiuto del cane antidroga Ron, hanno trovato circa 44 grammi di cocaina pura avvolta nel cellophane e nascosta nella credenza della cucina, un bilancino di precisione e 1300 in contanti, da ritenersi profitto dell’attività illecita.

Dall’ingente quantitativo di cocaina rinvenuta si sarebbero potute ottenere oltre 150 dosi destinate alla vendita. Anastasi, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso del giudizio direttissimo, svoltosi stamane, il giudice oltre a convalidare l’arresto ha sottoposto l’uomo alla misura degli arresti domiciliari.