Chiusura domenicale dei negozi, i chiarimenti della Regione in una circolare

Con una circolare firmata dal dirigente della Protezione civile Salvatore Cocina, la Regione ha diffuso alcune precisazioni sull’ultima ordinanza del presidente Nello Musumeci che ha disposto la chiusura dei negozi la domenica e nei festivi.

Nel documento si legge che, anche in quelle giornate restano possibili le attività di asporto per il comparto della ristorazione (bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie) fino alle ore 22, come avviene durante la settimana. Nella circolare non vengono citati i panifici.

Consentita, inoltre, l’apertura dei negozi che vendono piante e fiori ma solo negli orari di apertura dei cimiteri e nelle vicinanze degli stessi. Restano le altre limitazioni decise dall’ordinanza per limitare gli assembramenti. Dovranno restare chiuse tutte le attività commerciali autorizzate, comprese le vendite ambulanti e i mercati. Fanno eccezione le farmacie, le parafarmacie, le edicole e le rivendite di tabacchi. Resta consentita anche la vendita con consegna a domicilio dei prodotti alimentari e dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento.