Castellammare, buoni spesa: le attività possono aderire entro il 30 giugno

Gli esercizi commerciali di Castellammare del Golfo possono ancora dare la propria disponibilità a ricevere i buoni alimentari e altri beni di prima necessità in distribuzione tra i cittadini che hanno presentato domanda di sostegno all’ufficio Servizi Sociali del Comune a causa dell’emergenza coronavirus.

Le attività commerciali interessate ad accettare i buoni spesa possono aderire all’iniziativa entro le ore 12 del 30 giugno tramite modulo allegato all’avviso pubblicato sul sito internet del Comune (www.comune.castellammare.tp.it) da inviare con documento di riconoscimento tramite pec ([email protected]) o consegnarlo all’ufficio protocollo di corso Bernardo Mattarella 28.

Gli esercizi commerciali che avevano dato disponibilità per i precedenti buoni spesa statali, se interessati a questo nuovo elenco regionale possono ripresentare il modello per l’adesione.

Le attività che vogliono aderire all’iniziativa saranno inserite nell’elenco che sarà pubblicato sul sito del Comune con le indicazioni degli esercizi dove poter spendere i buoni per prodotti alimentari, per l’igiene personale e domestici, farmaceutici e bombole del gas.

L’Amministrazione comunale ha riattivato ai primi di giugno le procedure già messe in atto ad aprile riprendendo il sostegno socio assistenziale per i soggetti meno abbienti e in stato di necessità a causa dell’epidemia da Covid-19, a seguito del contributo della Regione Siciliana per Castellammare pari a 90 mila 948 euro.

Il buono del valore di 10, 20 o 50 euro – come già avvenuto con la distribuzione del sostegno statale di aprile – è rapportato al numero dei componenti il nucleo familiare: 300 euro per una persona, 400 euro per 2, 600 euro per tre persone, 700 euro per 4 e 800 euro per nuclei familiari con 5 o più componenti.