Carenze negli organici della Polizia nel Trapanese, la denuncia del SIAP

“Ogni giorno diventa sempre più difficile per gli operatori di polizia, che lavorano nel pieno rispetto delle regole, intervenire per controlli preventivi anti spaccio, interventi per furti in abitazioni e per far rispettare le regole anti covid-19. A ciò si aggiunge il carico riguardante gli sbarchi dei clandestinicon tutte le attività connesse che assorbono una notevole quantità di poliziotti”.

La denuncia arriva dal SIAP, il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia, che segnala “un’escalation preoccupante di reati connessi sia all’abbandono sociale sia al mancato controllo del territorio e di comportamenti d’intolleranza, aggressioni, resistenza nei confronti delle forze dell’ordine, così da rendere ancor più difficile il lavoro svolto, già con grande difficoltà, dalle forze dell’Ordine che
soffrono di carenze organiche ormai strutturali”.

Come si legge nella nota della Segreteria provinciale del sindacato, “ad aggravare ancor di più la situazione, in alcuni Commissariati come quello di Alcamo e Castellammare del Golfo, è il numero complessivo di poliziotti in servizio che è sceso sensibilmente in pochi anni, al punto tale da riuscire ad assicurare appena il minimo indispensabile”.

Come afferma Alessandro Bellomo, dirigente sindacale del SIAP di Alcamo, “il servizio esterno di controllo
del territorio (Volante) spesso viene a mancare di qualche turno giornaliero e i Commissariati soffrono anche della mancanza di alcuni profili professionali (causa pensionamento e/o mancato invio ai corsi di specializzazioni) che riguardano il settore della Scientifica, dovendo fare ricorso, spesso, al supporto del personale della provincia”.

Anche gli altri Commissariati di P.S. del Trapanese – secondo il sindacato – soffrono carenze di organico “tanto che diversi turni di servizio di Volante, sempre per causa dell’esiguo numero di operatori, non vengono effettuate lasciando il territorio abbandonato a se stesso”.

“Alla luce di ciò – prosegue la nota del SIAP – considerate le continue lamentele e proteste della popolazione, riguardo l’insofferenza per la presenza dei vari centri di accoglienza di extracomunitari
sparsi nel territorio, di risse e altri gravi episodi che si verificano in occasione della movida e l’incremento di furti in abitazioni, riteniamo che si sia in presenza di un vero e proprio allarme sociale”.

Il sindacato chiede con forza al Dipartimento della P.S. “un tempestivo ed autorevole intervento in merito, finalizzato a potenziare adeguatamente gli uomini e i mezzi delle forze di polizia nella provincia di Trapani, al fine di assicurare la giusta sicurezza ai cittadini e ripristinare per i poliziotti una equa qualità e sicurezza nel lavoro e nella vita privata”.