Campobello, disposta confisca dell’abitazione di vicolo San Vito dove abitò Matteo Messina Denaro

Intestata ad Andrea Bonafede, fu comprata con soldi del capomafia

L’appartamento di vicolo San Vito, a Campobello di Mazara, l’ultimo in cui abitò Matteo Messina Denaro prima di essere arrestato, sarà confiscato: lo ha deciso il Gup del tribunale di Palermo, Paolo Magro, con la sentenza che ha condannato a 14 anni il geometra Andrea Bonafede, l’uomo che ha prestato la sua identità al capomafia di Castelvetrano.

L’abitazione, scoperta dai carabinieri del Ros nell’immediatezza della cattura del boss avvenuta a Palermo il 16 gennaio 2023, era stato acquistato con soldi di Messina Denaro e per questo il giudice, accogliendo le tesi dei pm della Dda, lo ha ritenuto “provento del reato” di associazione mafiosa che ha portato alla condanna di Bonafede.

Tari ecco come e perchè aumenta per i trapanesi [AUDIO]

Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Il femminicidio avvenne il 24 dicembre 2022 a Marinella di Selinunte
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
L'episodio è avvenuto lo scorso anno vicino al Canile comunale
Il 23enne centrocampista arriva da svincolato
Il playmaker statunitense proviene da Rio Breogàn, squadra militante nel massimo campionato spagnolo
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti
La manifestazione si protrarrà fino al 28 luglio
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine