Cadaveri ritrovati in casa, la Procura chiede altri accertamenti

TRAPANI – Il Ris dei Carabinieri di Messina è stato incaricato dalla Procura di Trapani di compiere accertamenti nell’appartamento di corso Vittorio Emanuele dove lo scorso sabato sono stati trovati, in avanzato stato di decomposizione, i corpi di Michele Cernigliaro di 41 anni e Giovanni Renda di 35, entrambi pregiudicati trapanesi. L’ipotesi dell’overdose, avanzata nell’immediatezza del fatto, non sembra convincere del tutto gli inquirenti che attendono anche gli esiti degli esami tossicologici eseguiti sui due cadaveri. Domani dovrebbe essere eseguita l’autopsia.