Basket, altalena per il Trapani: pessimo primo tempo, poi la rimonta ma non basta

Bergamo vs 2B Control Trapani 82-77

Parziali: (28-19; 27-10; 7-22; 20-26)

BB14 Bergamo: Roderick 19 (5/12, 2/4), Taylor 17 (2/4, 3/7), Benvenuti 14 (5/6, 1/3), Fattori 12 (3/7, 1/4), Sergio 11 (3/3, 1/2), Casella 3 (1/1 da tre), Zugno 3 (1/4, 0/1), Zucca 3 (1/1 da tre), Bedini ne, Piccoli ne, Augeri ne, Monti ne.
Allenatore: Sandro Dell’Agnello.
Assistente: Andrea Vicenzuttto.

2B Control Trapani: Clarke 15 (2/6, 3/8), Renzi 13 (5/7, 0/1), Marulli 10 (1/3, 2/5), Miaschi 10 (2/2, 2/5), Mollura 8 (1/2, 1/2), Nwohuocha 8 (4/6), Ayers 7 (1/6, 1/7), Pullazi 6 (3/6, 0/4), Czumbel (0/2), Artioli.
Allenatore: Daniele Parente.
Assistente: Fabrizio Canella.

Arbitri: DI TORO CLAUDIO di PERUGIA (PG); CIAGLIA GIANFRANCO di CASERTA (CE); MENEGHINI FRANCESCO di VERONA (VR).

BERGAMO. Sconfitta esterna per la Pallacanestro Trapani che interrompe la striscia di 3 vittorie consecutive. Una gara in salita per la formazione di coach Daniele Parente che, con una scarsa percentuale al tiro da tre punti nella prima metà di gioco (3/17), non riesce a sopperire alla maggiore verve dei padroni di casa che dilagano fino al +26 (55-29). Nella seconda metà del match i granata però cambiano volto e la reazione è così prorompente che permette loro di impattare a quota 71 a 3’ dalla fine. Nel finale, però, i lombardi sono più lucidi nel gestire i possessi decisivi e conquistano meritatamente la vittoria 82-77. Tra i singoli doppia cifra per cinque uomini per Bergamo: Roderick, Taylor, Benvenuti, Fattori e Sergio. Per Trapani positive le prestazioni di Nwohuocha e Marulli con 8 e 10 punti realizzati.

1°Quarto: Coach Parente schiera il quintetto formato da Clarke, Mollura, Ayers, Pullazi e Renzi. Dell’Agnello risponde con Taylor, Roderick, Sergio, Fattori e Benvenuti. Il primo canestro è di Roderick in penetrazione di mano mancina. Clarke risponde però subito con la penetrazione nell’area giallonera. Nell’altra metà campo Bergamo mette a segno tre triple consecutive con Fattori, Taylor e Roderick. Parente, quindi dopo tre minuti e sull’11-2 chiama time-out. Alla ripresa, canestro dall’area di Benvenuti e bomba di Clarke, ma Taylor trova il pertugio per infilare il +10 bergamasco. Miaschi entra nel match con il giusto piglio e mette a segno un tiro dalla lunga distanza. Benvenuti prima risponde allo stesso modo e poi schiaccia su un ottimo assist di Taylor. Pullazi in penetrazione trova i suoi primi due punti ed anche Renzi da sottocanestro si iscrive a referto. Il buon momento dei granata continua con il canestro di Miaschi che fa chiamare un minuto di sospensione a Dell’Agnello (8’ 20-14). Roderick prosegue a fare male alla difesa granata con cinque punti consecutivi. La tripla di Miaschi porta Trapani sul -8. Nel finale altra tripla di Roderick e canestro di Renzi dal post basso. Al 10’ punteggio sul 28-19.

2°Quarto: Si riprende a giocare con i primi due punti di Marulli dal mezzangolo, ma Taylor realizza la sua terza tripla dell’incontro e poi anche Casella mette a segno il suo tiro dalla lunga distanza. Sergio, invece, sull’assist di Taylor fa una penetrazione in rovescio, costringendo Parente al secondo time-out (13’ 36-21). Alla ripresa si alternano al canestro Sergio, Pullazi e Zugno. Nwohuocha fa quattro punti consecutivi grazie anche ad una schiacciata (15’ 40-27). Zugno fa 1/2 in lunetta, mentre Fattori li mette entrambi. Benvenuti porta Bergamo sul +21. Il parziale bergamasco continua con i cinque punti di Fattori. Ayers interrompe la striscia di Bergamo, ma nel finale arriva il nuovo canestro di Fattori che pone il punteggio sul 55-29.

3°Quarto: Dopo l’intervallo lungo Trapani cerca di reagire mostrando un atteggiamento migliore in difesa. Renzi mette i liberi, mentre Clarke realizza dalla lunga distanza. Bergamo continua a non segnare e Pullazi mette due punti dall’area, facendo chiamare un minuto di sospensione a coach Dell’Agnello (24’ 55-36). Trapani riprende con i punti di Renzi e Miaschi che riportano Trapani sul -14. Ayers prima mette una bomba dall’angolo e poi realizza da sotto. Dopo 7 minuti Bergamo interrompe il proprio digiuno, ponendo fine al parziale dei granata di 0-17, con i tiri liberi di Taylor. Renzi, usando il proprio corpo, realizza dal post basso, ma Zucca scaglia una bomba dalla lunga distanza e poi Sergio mette a segno i propri tiri liberi a disposizione. Nel finale del quarto Marulli segna sul fil di sirena la tripla del 62-51.

4°Quarto: Il primo canestro del quarto è di Clarke in penetrazione. Roderick, invece, in un’azione convulsa trova due punti che riportano il vantaggio di Bergamo in doppia cifra. Mollura si alza da tre punti e Dell’Agnello decide di parlare con i propri giocatori (33’ 64-56). Alla ripresa Roderick fa 2/2 dalla linea della carità, mentre nell’altra metà campo Nwohuocha trova sottocanestro Mollura. Trapani ci crede e non molla un colpo con lo stesso Nwohuocha che porta i granata sul 66-60. Roderick fa un canestro con un grande coefficiente di difficoltà. Marulli a cinque minuti dalla fine mette una tripla di fondamentale importanza, ma ancora Roderick al tiro libero fa uno su due. Marulli sfrutta il suo viaggio in lunetta e raggiunge la doppia cifra nei punti realizzati. Roderick attacca bene il ferro, così come Clarke con Nwohuocha che schiaccia il 71-67 (36’). Clarke mette pressione a Bergamo mettendo la tripla del -1. Mollura con il suo tiro libero riporta in parità la gara. Dopo il time-out di Parente, la tripla di Sergio regala il nuovo vantaggio lombardo, ma dalla lunetta Mollura fa 2/2. Taylor con una gran giocata realizza un canestro quando mancano 1 minuto e 5 secondi (76-73). Trapani sbaglia in attacco e Benvenuti dall’area sigilla il vantaggio sul +5. Time-out di Parente a 44’’, Clarke con grande astuzia trova due tiri liberi che mette a segno. Il canestro di Sergio a 10 secondi dalla fine dopo un rimbalzo offensivo chiude la gara e consegna la vittoria a Bergamo. Il match poi termina con il risultato finale di 82 a 77.

DICHIARAZIONI

Daniele Parente (coach 2B Control Trapani): «Bergamo sta facendo un ottimo campionato ed è stata sempre in vantaggio durante la partita meritando la vittoria. È stata una gara dai due volti. Noi siamo stati impresentabili nei primi due quarti sia in attacco che in difesa e Bergamo ha trovato troppe soluzioni facili. Con l’acqua alla gola, nella seconda parte dell’incontro, abbiamo cominciato ad eseguire il piano partita ma, nel finale, ci sono mancate le energie per concludere il miracolo di vincere dopo aver recuperato 26 punti di svantaggio. C’è il rammarico di aver regalato due quarti ma voglio vedere il bicchiere mezzo pieno per la reazione e perché siamo ancora in lotta per i playoff anche se il nostro calendario non è semplice».