Autonomia differenziata, Venuti (PD): “Serve mobilitazione per il referendum contro legge scellerata”

Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale

L’Autonomia differenziata è come la “cronaca di una morte annunciata” per le aree svantaggiate del Paese e soprattutto per il Sud”

Così il segretario provinciale del PD Domenico Venuti interviene sulla recente proposta di riforma approvata dalla Camera dei deputati.
“Se ne sono accorti tutti – prosegue – dalla Chiesa alla Comunità europea fino a diversi governatori delle regioni meridionali di centrodestra. A non averlo capito, o a far finta di non capire, sono i parlamentari nazionali del centrodestra siciliani che hanno votato in silenzio la seconda ‘porcata’ firmata Calderoli, e il presidente Schifani con al seguito l’intero governo regionale. E questo spero sarà uno spunto di riflessione per i Siciliani che rischiano, oltre al danno, la beffa di diventare complici a loro insaputa di questo scempio.

Secondo Venuti “è necessaria una mobilitazione che, partendo dai partiti di opposizione, dagli enti locali e dalle associazioni di categoria, coinvolga tutti per affrontare una battaglia che non deve fermarsi alle mere considerazioni ma deve proseguire con azioni concrete fino al referendum, che resta l’ultimo e unico strumento per porre fine a questa legge scellerata”

“Dividere anziché unire, alimentare la confusione sulle competenze, ampliare il divario socio economico tra Nord e Sud – prosegue il segretario provinciale del PD – sono le poche certezze che deriveranno dall’approvazione definitiva di una norma che è il manifesto ideologico a cui si sta aggrappando un partito in agonia quale è ridotto la Lega unitamente al suo leader.

“Come segretario provinciale del PD e presidente regionale di Ali Autonomie – conclude Venuti – promuoverò, insieme con quanti lo vorranno, ogni azione utile per sensibilizzare tutti e bloccare questo pasticcio, prima che le conseguenze ci travolgano. Sarebbe auspicabile un sussulto di dignità da parte dei parlamentari regionali che sostengono il governo, ma temo che resterà uno dei tanti appelli inascoltati ai quali ci hanno abituati in questi anni”.

Tari, ecco come e perchè aumenta per i Trapanesi [AUDIO]

Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Il femminicidio avvenne il 24 dicembre 2022 a Marinella di Selinunte
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
L'episodio è avvenuto lo scorso anno vicino al Canile comunale
Il 23enne centrocampista arriva da svincolato
Il playmaker statunitense proviene da Rio Breogàn, squadra militante nel massimo campionato spagnolo
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti
La manifestazione si protrarrà fino al 28 luglio
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine