L’assessore Vassallo: a Trapani il mercato del giovedì andrebbe “spalmato” [AUDIO]

Ancora un giovedì di lockdown per gli ambulanti che operano al mercato di Piazzale Ilio di Trapani. Questa mattina abbiamo raccontato la loro pacifica protesta con due dirette FB. Alla radio invece abbiamo ospitato l’assessore ai mercati del comune di Trapani Andrea Vassallo che ha cercato di spiegarci i motivi per cui la città di Trapani rimane l’unica tra i Comuni del comprensorio a non poter concedere agli ambulanti, come accadeva prima dell’emergenza Covid19, il vasto piazzale Ilio per lo svolgimento del mercato del Giovedì. Per ascoltare l’intervista schiaccia PLAY:

Insomma, dalle parole dell’assessore sembra che sia un problema di responsabilità, chi se la deve assumere in caso di “contagio”? Il Comune di Trapani o l’ipotetica Associazione Temporanea d’Imprese che gli ambulanti sembra non vogliano più costituire?
Il problema però è anche di sicurezza, visto che in un’area così grande come quella del Piazzale Ilio è difficile, se non impossibile creare degli ingressi contingentabili. Da qui la proposta che l’Amministrazione Comunale ha fatto ai commercianti: non un grande mercato a Piazzale Ilio ma tanti “mercatini del giovedì” da istallare in varie zone della città: da Via Villa Rosina, al lungomare Dante Alighieri presso l’area del mercato del contadino… ed altri luoghi da individuare, tranne il centro storico che non ha spazi idonei.
Insomma, in questo momento in cui si dovrebbe fare di tutto per rimettere in moto l’economia, i commercianti non possono commerciare, gli acquirenti non possono acquistare, i progetti sono a lungo termine e la nostra cinghia è sempre più piena di buchi.
Sarebbe il caso di darsi una mossa! Lunedì prossimo tutti dal Prefetto per vedere se si riuscirà a trovare una soluzione…

Branduardi cantava “alla fiera dell’Est, ma noi siamo ad Ovest e da noi oltre che il Sole, non dobbiamo far tramontare nessuna speranza.