Arrestato marittimo tunisino, aveva minacciato il suo comandante

MAZARA DEL VALLO – Militari della Capitaneria di porto hanno fermato un marittimo di origine tunisina. A. M. aveva minacciato di uccidere con un coltello, se non lo avesse fatto sbarcare, il comandante del motopesca sul quale era imbarcato, dopo aver appiccato un incendio all’interno della sua cabina dove era stato “confinato”. Il comandante del peschereccio, Eugenio Giacalone, ha chiesto l’intervento della Capitaneria di porto che è intervenuta insieme a Carabinieri e Guardia di Finanza  le cui motovedette si sono alternate nella scorta del peschereccio fino al suo arrivo a Mazara del Vallo.