Anziani, il Distretto 50 pubblica avviso per assistenza domiciliare

Pubblicato dal Distretto socio-sanitario 50 di Trapani il bando, finalizzato a fornire assistenza domiciliare a cento anziani non autosufficienti residenti nel territorio comunale. L’iniziativa, finanziata con fondi PNRR misura 5. Componente 2 intervento 1.1.2, prevede l’utilizzo dell’equipe multidisciplinare, costituita dagli assistenti sociali responsabili dell’Area anziani del Distretto e dall’assistente sociale coordinatore, che sarà assegnati agli anziani beneficiari del servizio.

Il progetto si propone di migliorare la qualità della vita degli anziani fragili, garantendo loro una presa in carico personalizzata e continuativa, e di sostenere le famiglie che si occupano della loro assistenza. Il servizio di assistenza domiciliare comprende attività di cura personale, di supporto domestico, di stimolazione cognitiva e di socializzazione.
Saranno forniti ai beneficiari anche strumenti tecnologici di monitoraggio video per il telesoccorso e la teleassistenza.

Per accedere al progetto, gli anziani interessati devono presentare domanda entro il 30° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso nell’Albo pretorio del Comune di Trapani avvenuto lo scorso 11 dicembre, utilizzando il modulo disponibile sui siti dei Comuni del D50 o presso l’Ufficio del Distretto socio-sanitario D50 a Palazzo d’Alì, in piazza Municipio 1 a Trapani.

In caso di non raggiungimento, alla data di scadenza, del numero massimo dei beneficiari previsti nell’avviso, il Distretto si riserva la possibilità di riaprire la procedura o di individuare un’altra modalità di selezione delle persone da ammettere al beneficio.

I requisiti richiesti per accedere al servizio sono: avere compiuto 65 anni di età; avere la residenza in uno dei Comuni del Distretto 50 (Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Favignana, Misiliscemi, Paceco, San Vito lo Capo, Trapani e Valderice); soffrire di almeno una patologia cronica, debitamente certificata, che comporti una parziale (temporanea o permanente) perdita dell’autosufficienza.

«Il progetto – spiegano il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Virzì – è una delle azioni promosse dal Distretto Socio Sanitario 50, con il Comune di Trapani capofila. L’obiettivo è favorire l’invecchiamento attivo e la tutela dei diritti delle persone anziane, in linea con le politiche sociali regionali e nazionali. Mira a favorire l’autonomia delle persone anziane non autosufficienti, prevenendo l’istituzionalizzazione e assicurando, in alternativa al ricovero a lungo termine in strutture residenziali pubbliche, un contesto abitativo attrezzato insieme ad un percorso di assistenza sociale e sociosanitaria integrata di tipo domiciliare, che consentano alla persona di conseguire e mantenere la massima autonomia e indipendenza».

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"