Alluvione a Trapani, consiglieri comunali presentano interrogazione

Chiara Cavallino, Francesca Trapani e Gaspare Gianformaggio hanno presentato una interrogazione indirizzata al sindaco del Comune di Trapani Giacomo Tranchida e agli assessori Ninni Romano e Peppe La Porta

Dopo la conta dei danni, la politica comunale di Trapani prova a vederci chiaro. I consiglieri di opposizione Chiara Cavallino (prima firmataria), Francesca Trapani e Gaspare Gianformaggio hanno presentato una interrogazione indirizzata al sindaco del Comune di Trapani Giacomo Tranchida e agli assessori Ninni Romano e Peppe La Porta.

“Abbiamo imparato – scrivono i consiglieri – , tristemente, a spese dei cittadini, che quella che viene definita come “ordinaria manutenzione” delle caditoie e dei tombini non è sufficiente a scongiurare allagamenti di molte arterie della città, così come l’ incapacità della rete fognaria di smaltire la grande quantità di acqua meteorica presente sulla superficie urbana”.

Il problema, infatti, è strutturale. È legato al sistema fognario, come si è evinto dalla relazione di fine mandato del commissario straordinario Messineo che affermava che “La prima e più importante criticità alla quale occorrerà prioritariamente provvedere è il grave stato di dissesto strutturale delle reti idrica e fognaria e del depuratore”.

I consiglieri richiedono all’Amministrazione “Se prima dell’emergenza è stata correttamente eseguita la manutenzione delle condotte di scarico e delle caditoie in tutto il territorio Comunale, indicando il numero totale delle caditoie presenti in città e l’effettivo numero dei relativi interventi di pulizia. Si richiede, altresì, copia delle relative perizie redatte per la disostruzione dei tombini, delle caditoie e degli spechi fognari, oltre le copie dei verbali delle aggiudicazioni alle imprese e le copie dei verbali di consegna ed inizio dei lavori”.

Inoltre i consiglieri chiedono “Se risulta vera e reale l’ipotesi di crolli delle condotte fognarie” e “Se gli uffici preposti hanno già redatto un risolutivo Piano di Intervento”. Inoltre “Come si intende riorganizzare l’ufficio di Protezione Civile, con quale personale esecutivo e con quale Dirigente opportunamente all’uopo formato”.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma, cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica