Alcamo, approvato il rinvio pagamento TARI e la variazione al bilancio di previsione 2021/2023

La variazione di Bilancio permetterà di dare continuità a servizi e manutenzioni mentre il pagamento della TARI è stato rinviato al 31 dicembre e comprende i bollettini che avevano scadenza al 30 novembre e al 16 dicembre

Il 29 novembre il Consiglio Comunale di Alcamo presieduto da Saverio Messana, ha approvato il rinvio dei termini di pagamento della tassa sui rifiuti per l’anno 2021 e la variazione al bilancio di previsione 2021/2023.

“Grazie all’approvazione di questa variazione al bilancio sarà possibile dare continuità a servizi e manutenzioni sia per l’anno corrente che per il biennio 22/23 – dichiara l’assessore alla Programmazione finanziaria Vittorio Ferro -. I maggiori costi per le forniture elettriche del nostro comune, causati dalla crisi energetica che sta coinvolgendo l’Italia e non solo, sono stati compensati da attente manovre di bilancio e da migliori performance delle entrate in materia di urbanistica, entrate tributarie, attività di riciclo dei rifiuti, vendita concessioni cimiteriali – conclude l’assessore -. Ringrazio il Consiglio Comunale, i colleghi della Giunta e tutte le direzioni per il lavoro svolto nelle ultime settimane. C’è ancora tanto lavoro da fare per raggiungere gli obiettivi prefissati, ma ci riteniamo soddisfatti di questo primo atto”.

Riguardo al rinvio di pagamento della TARI, l’assessore alla Programmazione finanziaria Vittorio Ferro dichiara che “il Consiglio Comunale ha approvato il rinvio dei termini di pagamento della TARI al 31 dicembre, i cittadini, quindi, riceveranno un bollettino in unica soluzione comprendente il saldo per l’anno 2021, con le riduzioni già previste dalle precedenti deliberazioni consiliari”.

Il bollettino che scade al 31 dicembre comprende i bollettini che avevano scadenza al 30 novembre e al 16 dicembre.