Aggressione all’imam di Mazara del Vallo e a due suoi figli. Solidarietà dal vescovo Mogavero

"Atto intollerabile che va condannato"

Un tentativo di furto poi finito in aggressione ai danni dell’imam della moschea di Mazara del Vallo, Ahmed Tharwa, e di due dei suoi tre figli. È accaduto due notti fa in contrada Amabilina a Marsala.

Quattro persone hanno tentato di scassinare il garage della loro abitazione ma il figlio minorenne del religioso si è accorto di quanto stava succedendo dalla finestra dell’appartamento sito al quarto piano. Così il ragazzo, la sorella Mena e il padre, sono scesi al piano terra, affrontando i quattro presunti malviventi. Da qui l’aggressione. Alla ragazza è stato strappato il velo che indossava sul capo: “A mio papà, invece – racconta Mena Tharwa – è stata puntata contro un’arma mentre ci rivolgevano contro parole offensive e razziste”.

È intervenuta un’ambulanza del 118 il cui personale ha verificato lo stato di salute dei componenti della famiglia dell’imam che ha poi presentato denuncia presso il Commissariato di PS di Marsala. Ahmed Tharwa vive in quell’appartamento di contrada Amabilina a Marsala dal 2018 e celebra presso la moschea di Mazara del Vallo.
“Non è la prima volta che sia il garage che la nostra macchina vengono presi di mira – ha spiegato la figlia Mena – ma stavolta li abbiamo bloccati”.

Il vescovo di Mazara del Vallo Domenico Mogavero ha espresso solidarietà all’imam e condannato l’accaduto: “L’aggressione subìta e le offese a sfondo razzista nei confronti dell’imam della moschea di Mazara del Vallo e dei suoi figli è un atto intollerabile che va condannato». Monsignor Mogavero ha chiamato al telefono l’imam esprimendogli “vicinanza e solidarietà”. «L’imam mi ha riferito che nei suoi confronti e dei suoi figli sono state gridate parole di offesa con riferimento alla loro nazionalità – ha detto ancora Mogavero – tutto ciò è solo violenza, segno di un malessere evidente da parte di alcune persone”.

Trapani: Tore Fileccia ci parla di acqua e di ATM [AUDIO]

Per la partecipata, nulla di fatto nell'ultimo consiglio comunale, mentre per l'acqua i revisori decidono per il debito fuori bilancio
Ecco i comunicati stampa che maggioranza e opposizione hanno diffuso per i cittadini trapanesi
Per la partecipata, nulla di fatto nell'ultimo consiglio comunale, mentre per l'acqua i revisori decidono per il debito fuori bilancio
Disposti il divieto di avvicinamento e il sequestro preventivo di 174.350 euro
L’iniziativa è organizzata dal Comune, con la collaborazione di 50 attività commerciali
“È meglio che faccia da solo” è un vero e proprio varietà moderno, in tour nei più importanti teatri e piazze italiane

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Questo progetto collettivo è il risultato di un intenso anno di riflessione e ricerca da parte di 41 fotografi contemporanei
Per presentare le loro candidature nell'ambito di progetti a beneficio di persone in difficoltà economiche
A carico dei due sono risultate anche due condanne per diversi reati
"Abbiamo sopperito all'incidente tecnico amministrativo. Per i blackout Enel stiamo pensando ai gruppi elettrogeni"