Accordo sul passaggio dei netturbini dall’Agroericino a Trapani, ma l’intesa è… debole

TRAPANI. Raggiunto l’accordo per il trasferimento nel cantiere di Trapani dei 32 netturbini in esubero nell’Agroericino. Ma si tratta di una intesa debolissima, perché condizionata al rinvio della raccolta differenziata nel capoluogo, dal due gennaio al primo marzo. Un posticipo che si rende necessario per “allineare” i due cantieri, quello del capoluogo e quello dell’Agroericino. Una condizione obbligatoria per consentire il transito dei 32 netturbini in esubero a Trapani, considerato che fino al 28 febbraio nell’Agroericino il personale in servizio è composto da 154 operai, mentre dal primo marzo, quando partirà la nuova gestione dell’Agesp, la società che gestirà la raccolta nei Comuni di Erice, Valderice, Buseto, Custonaci, San Vito, Paceco e Favignana, i netturbini in servizio saranno 122. Con un esubero, pertanto, di 32 lavoratori, di fatto due in meno dei 34 che la Energetikambiente dovrà assumere, in aggiunta agli 87 provenienti dalla Trapani Servizi, per arrivare al totale di 121 necessario per garantire la raccolta nel capoluogo. E neanche è possibile far transitare prima i 32 dall’Agroericino a Trapani, perché altrimenti per due mesi la raccolta dei rifiuti nei 7 Comuni interessati andrebbe in tilt.

ACCORDO APPESO A UN FILO. I sindacati, assieme ad Agesp ed Energetikambiente, quindi, hanno raggiunto l’accordo per il transito dei 32 dall’Agroericino a Trapani, ma occorre allineare l’avvio della differenziata. Per questo adesso verrà chiesto all’amministrazione Tranchida di posticipare l’avvio della differenziata. Una richiesta che va nella direzione opposta a quella che il primo cittadino trapanese ha sempre annunciato sin dal momento in cui si è insediato a Palazzo D’Alì. Tranchida, infatti, vuole che si parta il prima possibile con la raccolta differenziata spinta porta a porta per migliorare le percentuali di differenziata che vedono, al momento, Trapani fanalino di coda in provincia.

IN ATTESA DI PALAZZO D’ALI’ – E’ questo, quindi, il motivo per cui l’accordo raggiunto appare debolissimo e rischia di saltare già nelle prossime ore. Perché Tranchida dovrebbe fornire una risposta ai sindacati (Soggetto Giuridico, Fiadel, Uil, Cgil, Cisl e Rti) ed alle due aziende interessate, Agesp ed Energetikambiente. La quale, inoltre, ha rappresentato, al tavolo riunitosi questo pomeriggio, l’urgenza di conoscere entro pochi giorni le determinazioni dei Comuni interessati, al fine di poter programmare eventuali modifiche sul cronoprogramma dello start-up nei Comuni di propria competenza.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Interventi tra Castellammare del Golfo e San Vito Lo Capo
Iniziativa di McDonald’s con il Comune di Trapani, Gruppo Scout Trapani 1 e Accademia Trapani
Nel tratto che attraversa la frazione di Purgatorio
Lo scopo della promozione è raccogliere nuovi sguardi e riflessioni sulla vasta gamma di identità differenti e di possibili modi in cui le persone possono legittimamente esprimere il proprio genere
Si tratta di un servizio organizzato dal comitato locale della Croce Rossa per le persone che vorranno assistere alla processione del 21 giugno in Piazza Castello
SI è concluso l'apposito corso di formazione attivato dalla Protezione civile regionale con altri Enti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
I granata potrebbero mettere a segno una storica tripletta
Riprese le proposte che il deputato regionale Safina aveva presentato all'Ars
Prevista l'organizzazione di incontri con cadenza periodica alla Torre di Ligny
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022