Accalappiamento e recupero randagi, avviso pubblico del Comune per l’affidamento del servizio

Pubblicato dal Comune di Trapani un avviso pubblico per individuare, tramite indagine di mercato, il nuovo soggetto – dopo la revoca della convenzione alle Guardie per l’Ambiente di Trapani – che si occupi del servizio di recupero di animali randagi in difficoltà, feriti o pericolosi, sul territorio cittadino per i restanti mesi del 2019 e per gli anni 2020 e 2021.
Il ribasso d’asta dovrà essere applicato sul prezzo di accalappiamento previsto che è di 20 euro per ciascun animale IVA compresa. L’importo complessivo massimo destinato a chi svolgerà il servizio è di 800 euro per questa ultima parte dell’anno e di 12.000 euro – 6.000 euro all’anno – per il 2020-2021, per un importo totale di 12.800 euro, IVA compresa.

Il servizio dovrà essere garantito con reperibilità h24 e intervento immediato tutti i giorni dell’anno. Nei casi di particolare complessità, o di pericolo sanitario, gli interventi saranno effettuati sotto la direzione o tramite personale veterinario dell’Asp di Trapani. L’associazione o ditta aggiudicataria si impegnerà ad intervenire entro e non oltre 30 minuti dalla segnalazione per le procedure di accalappiamento/recupero. Nel caso di animali feriti questi dovranno essere trasferiti immediatamente presso ambulatori veterinari convenzionati operativi h24.

I soggetti in possesso dei requisiti richiesti nel capitolato allegato all’avviso pubblico – che può essere consultato sull’albo pretorio del sito web del Comune di Trapani, devono inviare la loro offerta, con l’indicazione della percentuale di ribasso effettuata, esclusivamente via pec e in formato PDF, entro le ore 10 di giovedì prossimo, 19 settembre, al seguente indirizzo: [email protected]