‘A Scurata 2024, ne parliamo col direttore artistico [AUDIO]

Gregorio Caimi ci illustra il cartellone della rassegna marsalese che prevede ben dodici appuntamenti

Ne avevamo già scritto in questa notizia:
Marsala: tutto pronto per la Rassegna ‘a Scurata Memorial Enrico Russo
In questa intervista rilasciata a Trapanisì.it il direttore artistico Gregorio Caimi ci illustra il cartellone della rassegna marsalese che prevede ben dodici appuntamenti.
Per ascoltare schiaccia PLAY

– E’ stata presentata la settima edizione della a’ Scurata. Anche quest’anno vi siete messi all’opera per organizzare la kermesse.

– Buongiorno. Grazie per avermi contattato e partiamo alla grande contando sulle nostre forze, sulla nostra capacità di creare un evento particolare, un evento di qualità artistica alta come sempre, come tutti gli altri anni, in una location che è veramente incantevole. Tu di questo ne puoi parlare, perché sei stato presente in questi anni e hai raccontato anche quello che succede.

– Vi ho visti crescere Gregorio. Questa è la cosa bella. Io lo dico. Lasciami fare il cronista e il giornalista. Poi parleremo del programma della scurata.
Per coloro che ancora non lo sanno: q
ualche anno fa, ben sette anni fa, questi mattacchioni del MAC, il Movimento Artistico Culturale riuscirono a coinvolgere la Salina Genna, la Cantina Pellegrino per una sorta di sinergia inedita alla nostra latitudine. La Salina Genna mise a disposizione una vasca della salina. Lì  crearono, anche con la partnership delle Cantine Pellegrino, il “teatro a mare”, cioè una vasca della salina dove sono stati collocati dei tuffi per creare il palco che ha come proscenio, non tanto le quinte, bensì la scurata, il tramonto spettacolare del sole sulla laguna dello Stagnone.
Da qui è nata l’idea di portare arte, cultura, teatro, canto, musica e tutto quello che c’è da mettere in questo ambiente naturale al contatto con la natura e quanto di meglio appunto la natura possa offrire. Fatta questa premessa, magari qualcuno si sarà incuriosito, adesso parliamo appunto di quale miele offrire alle api quest’anno.

– La tua descrizione è stata perfetta, nel senso che tu hai utilizzato le parole giuste, hai descritto benissimo un luogo che veramente ti mette in pace con te stesso e con Dio e dove puoi passare quell’oretta, oretta e mezza a godere di un evento musicale o teatrale. Tutto sta all’unisono sia il posto, sia gli spettacoli che ogni anno abbiamo portato lì.
Allora partiamo il giorno 21 luglio con Gerusa Barros un’artista veramente particolare, unica. Lei è nata a Capoverde e ha vissuto a Palermo quindi ha unito il suo cantare portoghese con quello siciliano, con lo swing magari dell’appartenenza africana, quindi un mix veramente unico e questo sarà giorno 21 alle ore 19. Quindi apriamo con questa grande artista Gerusa Barros poi il 28 luglio avremmo una giornata un tramonto dedicato al Jazz, di fatto si chiama “Jazz al tramonto”, con due gruppi: Elimi che è un gruppo di giovani musicisti che sono nati un po’ all’interno del conservatorio di Trapani ma poco a poco hanno vinto tantissimi premi sia nazionali sia internazionali, hanno girato veramente tantissimi posti, hanno calcato tanti palchi, sono usciti anche con una produzione discografica e alternano il proprio set con Dreamin che è un quartetto capitanato da un grandissimo contrabassista Nino Mezzapelle di origine marsalese ma che  è tornato nella sua città d’origine a Marsala da qualche anno in realtà è stato in giro per il mondo a portare il suo contrabbasso e la sua musica proprio in giro per il mondo.

– Leggo nella locandina che per questa occasione saranno due gli spettacoli giusto?

– Quello alle 19.00 e poi alle 21.30 per questa occasione ci saranno due spettacoli. Poi passiamo a giorno 30 Luglio abbiamo il primo spettacolo teatrale si chiama Malamore, esercizi di resistenza al dolore e questo verrà prodotto dall’ associazione Carpe Diem, diciamo che gli attori fanno parte di un laboratorio teatrale artistico che si fa al Carpe Diem e sono guidati da due professionisti d’eccezione uno è Alessio Piazza e l’altro è Luana Rondinella, quindi hanno curato la regia, hanno curato questi ragazzi in modo da portare in scena questo lavoro.

– E queste sono le tre manifestazioni, i tre appuntamenti di luglio, poi apriamo il mese di agosto che è bello bello ricco e si comincia alla grande con l’amico Osvaldo

– Lo Jacono, veramente un musicista d’eccezione un chitarrista che ci invidiano da tutte le parti, lui oltre a prestare la sua chitarra a diversi artisti da Malika Ayane, a Daniele Silvestri, a tantissimi altri, ha un trio suo con cui propone la sua musica che spazia dal blues, alla contaminazione del jazz, alla contaminazione pop.

– Per lui è un ritorno perché mi ricordo che c’è stato già a suonare alla Scurata, lui che viene dai teatri di pietra questa volta praticamente passa al teatro del mare, guarda un po’.

– Poi andiamo avanti, il 5 agosto ho un’altra presentazione teatrale, Circe le origini, questo è uno spettacolo che farà Alessandra Fallucchi e la regia è stata curata da Marcella Favilla che è anche un’eccellenza nel nostro territorio, vive da molti anni fuori la Sicilia ma è una regista attrice marsalese di origini nostrane e quindi rivedremo il mito di Circe con una nuova veste, con un nuovo respiro più contemporaneo.

– Questo è il 5 agosto?

– Sì, mentre il 7 agosto “La leggenda del pianista sull’oceano” e quindi già sappiamo di cosa stiamo parlando, metteranno in scena questa leggenda del pianista sull’oceano alcuni attori con la regia di Giorgio Albertini e Alessandra Fallucchi e le musiche di Virginia Gould, al centro del palco ci sarà questo pianista veramente un’eccellenza anche lui nel nostro territorio, un grande pianista che suonerà e ci delizierà con le sue musiche quindi uno spettacolo teatrale e musicale.

– E adesso al 9 agosto fammi fare la giusta introduzione perché sul palco salgono i musicanti di Gregorio Caimi che oltre a essere il direttore artistico della Scurata è anche il Deus Ex Machina di questo gruppo ormai possiamo dire che va oltre i confini della Sicilia, dell’Italia, una realtà musicale che rappresenta tutto il mondo, è il Viaggio, che cosa avete fatto Gregorio?

– Allora guarda, questo spettacolo, questo nome Viaggio è nato proprio mentre eravamo a New York perché noi a maggio abbiamo fatto due rappresentazioni di Sciara, prima c’agghiorna con Luana Rondinelli, i Musicanti e Luana Rondinelli a New York, abbiamo avuto questo grande onore di rappresentare un po’ la musica e il teatro italiano a New York e mentre ero lì ero veramente contento e pensavo al viaggio, al viaggio delle note, al viaggio dell’etnia, al viaggio dei poeti, a tutto quello che il viaggio lascia ma che conquista, che si porta dietro. Allora abbiamo deciso di mettere su uno spettacolo con alcuni brani che abbiamo praticamente suonato pochissimo quindi magari non li avete mai sentiti dal vivo e che rappresentano un po’ questo viaggio di cui dicevo prima.

– Il 9 agosto questo?

– Sì il 9 agosto. Andiamo avanti e passiamo al 13 agosto.

– Ancora musica?

– Ancora musica con un grande artista veramente, lui è Luca Madonia e tutti sicuramente ricorderete che Luca Madonia era la voce assieme a Mario Venuti di un gruppo storico che si chiamava I Denovo, ricordo in particolare un bellissimo disco che si chiamava “Venuti dalle Madonie a cercare Carbone” che praticamente in un titolo di disco hanno messo i tre cognomi di Mario Venuti, Luca Madonia e Toni Carbone. Veramente un gruppo storico, Luca Madonia forse non ha avuto la visibilità di Mario Venuti quando hanno iniziato la carriera da solisti, però è veramente un grande artista e tra l’altro ricordo che Luca Madonia era uno degli artisti preferiti, un artista vicino, molto vicino al grande maestro Franco Battiato. Di fatti Luca Madonia nel 2011 se non ricordo male quando fu a Sanremo, si presentò a Sanremo e poi si spuntò Franco Battiato che canta un pezzo di brano con grande sorpresa.

– La mia storia con Luca Madonia in trio acustico il 13 agosto alla Scurata, Salina Genna e poi c’è la pausa di Ferragosto ma si riprende il 21 giusto Gregorio?

– Si riprende il 21 e quest’anno c’è una novità lo spettacolo del 21 è uno spettacolo che non sarà al teatro a mare, ma come altri festival abbiamo provato a fare qualcosa, cioè la Scurata “diffusa” in un certo senso, quindi abbiamo cambiato location e il 21 agosto la rappresentazione dell’Assedio di Ilio, tragiche prove di una tragedia, scritto e diretto da Giacomo Frazzitta, prodotto dall’associazione culturale Arco, sarà proposto dentro il Parco Archeologico Lilibeo, l’ingresso al parco e alla zona spettacolo sarà dalla Porta Nuova, bellissimo, c’è la sinergia non solo con l’imprenditore, non solo con l’amministrazione pubblica, ma anche con altri enti come il parco archeologico che ha aperto le porte alla Scurata.

– E questo è l’unico appuntamento diciamo così “fuori porta”, perché poi si ritorna alla Salina Genna, al teatro a mare Pellegrino e si ritorna con la musica, e Sogno Piazzolla, chi ci sarà?

Sogno Piazzolla è uno spettacolo bellissimo, io anni fa sono andato proprio a vederlo uno spettacolo! perché ero incuriosito dalla loro proposta, e difatti poi, li ho invitati a partecipare alla Scurata. Il “Sogno Piazzolla” parla della storia di Astor Piazzolla, è una storia raccontata magistralmente da Josephine Torino, ma è anche suonata magistralmente da uno dei più grandi fisarmonicisti al mondo, ormai lo possiamo dire veramente, un grande grandissimo della fisarmonica, che è Pietro Adragna, e il tutto è condito da questo quartetto di archi, con un ambientamento veramente particolare, archi fisarmonica, che danno una vista bella, nuova, affascinante, alle musiche di Astor Piazzolla.

– Ultimo spettacolo di agosto, il 27, beh, anche lì merita una presentazione particolare alla Blues DJ, no? “ladies and gentlemen, The Kinisia Blues Band!

Allora, tu sei un grande appassionato di Blues, quindi a te sicuramente piacerà in modo particolare. Con i Kinisia l’anno scorso abbiamo omaggiato veramente un grandissimo del Blues italiano, Roberto Ciotti, quest’anno invece omaggeremo un grande della musica Blues, diciamo uno dei pochi, forse l’unico bianco accettato dalla comunità nera e dal Blues mondiale, ed è Eric Clapton. Lo spettacolo si chiama Laila, per chi conosce insomma le musiche di Eric Clapton, sa l’importanza di questo brano per il mondo. Tocchiano, e cercheremo, di suonare con i Kinisia, ecco, di omaggiare questo grande artista nelle varie fasi, diciamo, della sua vita.

– L’ultimo spettacolo e siamo al primo settembre.

– Ecco, quest’anno faremo luglio, agosto, settembre, chiuderemo l’uno settembre, come ho detto oggi in conferenza stampa, col botto, nel senso che è veramente un artista di una levatura molto alta. Lui è Peppe Servillo, ricordo per chi non lo conoscesse il cantante Degli Avion Travel, ma è accompagnato da due grandi musicisti, piano, e sax e faremo un omaggio, un omaggio pieno di personalità, diciamo, è un omaggio banale, ma un omaggio veramente particolare ad un grande, grande, grande artista italiano che è Lucio Dalla. Quanto lo spettacolo si chiama l’anno che verrà.

E anche qui avremo due spettacoli alle 19.00 e alle 21.30, anche se siamo già al primo di settembre.

– Alcune cose che volevo ricordare è che quest’anno abbiamo due biglietterie online, Tickettando e CiaoTicket. Perché? Perché abbiamo cercato di cogliere anche i consigli dei nostri fruitori della Rassegna e con CiaoTicket c’è la possibilità per acquistare i biglietti usufruendo del bonus cultura.

– Perfetto.

– Quindi è un servizio in più che cerchiamo di dare ai nostri amici che ci vengono a trovare durante la Rassegna.

– E poi come di consueto ci sono i Viaggi dello Stagnone che mette a disposizione l’agenzia.

– E così, i Viaggi dello Stagnone e un’altra cosa ancora, è possibile da quest’anno creare degli abbonamenti. Tre tipologie di abbonamenti, da 6 spettacoli, 9 spettacoli e 12 spettacoli. Però per poter offrire l’abbonamento bisogna venire assolutamente in agenzia.
Quindi si viene in agenzia, i Viaggi dello Stagnone via dei Mille a Marsala, si può scegliere il proprio abbonamento e quindi usufruire di uno sconto particolare.

– Noi abbiamo illustrato alla radio tutto il programma, ma ricordiamo che è cliccatissimo e magari anche attraverso il sito si può accedere ai link di contatto per le prevendite e tutte le informazioni ulteriori, basta entrare in www.scurata.it è lì, c’è davvero tutto. Ci sei anche tu, no?

– Sì ci sono anche io che do le indicazioni.

– Vabbè, vestito da vigile urbano magari. Gregorio sei stato squisito per averci raccontato punto per punto tutto quello che c’è dietro questa settima edizione. Abbiamo volutamente omesso tutti i sacrifici che sono stati fatti quest’anno diciamo pure “pi imprisa” O no?

– Beh, quest’anno è stato un po’ difficile fare, come dire, la quadra, però alla fine ci siamo riusciti e l’importante alla fine è questo, è cercare in tutti i modi di andare avanti, già pensando all’ottava edizione della Scurata. Io ti ringrazio per lo spazio che ci hai concesso e ti aspettiamo per tutti gli appuntamenti.

– Vedremo… Daremo i nostri conforti, come si dice in queste casi. Gregorio, grazie, grazie, grazie ancora.

– Buona scurata a tutti. Buona scurata.

Tari, ecco come e perchè aumenta per i Trapanesi [AUDIO]

Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Il femminicidio avvenne il 24 dicembre 2022 a Marinella di Selinunte
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
L'episodio è avvenuto lo scorso anno vicino al Canile comunale
Il 23enne centrocampista arriva da svincolato
Il playmaker statunitense proviene da Rio Breogàn, squadra militante nel massimo campionato spagnolo
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti
La manifestazione si protrarrà fino al 28 luglio
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine