A Mazara il comandante della Capitaneria di porto va in pensione e fa una donazione alle mense fraterne

Il vescovo Mogavero: "Il mio grazie al comandante Cascio e a tutto il personale della Capitaneria che, con quest’azione, hanno voluto pensare ai più deboli, ai più bisognosi"

Il comandante uscente della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo, Vincenzo Cascio, ha chiesto al personale (militare e civile) di non omaggiargli un consueto regalo ma di donare l’eventuale somma raccolta alla Diocesi affinché la potesse utilizzare per la gestione delle mense fraterne per i bisognosi.

La donazione in denaro sarà destinata alle mense fraterne di Mazara del Vallo, Marsala e Salemi. Il personale della Capitaneria di porto ha bonificato una somma di 620 euro alla “Fondazione San Vito Onlus”, braccio operativo della Caritas diocesana, che gestisce le mense fraterne “Rosario Livatino” di Mazara del Vallo, “Giorgio La Pira” di Marsala e quella di Salemi, aperte ogni giorno a pranzo.

“È un gesto che dimostra una sensibilità straordinaria da parte del comandante Cascio e di tutto il personale della Capitaneria che in questi anni ci sono stati vicini”, ha detto il presidente della Fondazione, Vito Puccio. Per l’atto di donazione ha rivolto parole di ringraziamento anche il vescovo, Domenico Mogavero: “Il mio grazie al comandante Cascio e a tutto il personale della Capitaneria che, con quest’azione, hanno voluto pensare ai più deboli, ai più bisognosi”.