A Castellammare del Golfo Mario Biondi in concerto

I biglietti saranno disponibili in prevendita a partire da mercoledì prossimo, 9 giugno

Dopo l’annuncio del live di Levante, il piazzale Stenditoio di Castellammare del Golfo, la suggestiva terrazza sul mare antistante il Castello Arabo Normanno, si prepara ad accogliere anche l’esclusivo concerto che vedrà protagonista Mario Biondi, lunedì 23 agosto, con inizio alle 19.30.

I biglietti saranno disponibili in prevendita da mercoledì 9 a mezzogiorno sul sito www.puntoeacapo.uno e nei circuiti abituali. Lo spettacolo rientra nella programmazione di eventi curata dal Comune di Castellammare del Golfo, ed è organizzato da Puntoeacapo in collaborazione con GianFaby Production.

Il nuovo album di Mario Biondi “Dare” evoca un’attitudine di generosità nei confronti del mondo esterno, ma anche il rischio che inevitabilmente questa comporta (to dare, osare in inglese). Per festeggiare al meglio i suoi 50 anni il cantante ha voluto un album che unisse lo stile degli esordi, marcatamente jazz e soul, a sonorità ancora poco esplorate, tra funk, disco, pop, perfino con passaggi rock, andando a definire un sound molto vario ma sempre eclettico, adulto e contemporaneo. Ad accompagnarlo in questa avventura ci sono amici vecchi e nuovi quali Dodi Battaglia, Il Volo, la storica band londinese degli “Incognito”, la cantante, autrice e pianista jazz tedesca Olivia Trummer, ma anche i musicisti con cui Biondi ha raggiunto il successo a metà degli anni 2000 (The Highfive Quintet di Fabrizio Bosso) e la sua attuale band che da anni lo accompagna in tutto il mondo (150 spettacoli in oltre 40 paesi del mondo negli ultimi 5 anni).

“DARE” – Il progetto “Dare” si compone in totale di 16 tracce: 10 brani originali, 2 remix e 4 reinterpretazioni di grandi successi internazionali quali “Strangers in the Night”, resa celebre da Frank Sinatra, “Cantaloupe Island” di Herbie Hancock, “Jeannine” di Eddie Jefferson e “Someday We’ll All Be Free”, rivisitazione in chiave jazz dell’inno soul di Donny Hathaway.

Nella versione digitale dell’album sono contenuti “Show Some Compassion”, brano registrato con molti colleghi durante il lockdown a sostegno del progetto di riqualificazione dell’area-baraccopoli di Messina promosso dall’associazione A.ris.mè, e i due remix di “Cantaloupe Island” ad opera di DJ Meme e Piparo.