Sul “Binario di Gioventù” a Trapani nessun “Treno della Cultura”

Home » ATTUALITA', Cronaca, GIORNALERADIO, NEWS, Nicola Conforti Blog, PODCAST » Sul “Binario di Gioventù” a Trapani nessun “Treno della Cultura”

on set 28, 17 • by • with No Comments

Sul “Binario di Gioventù” a Trapani nessun “Treno della Cultura”

Pin It

Per ascoltare schiaccia Play

Buongiorno 28 settembre giovedì,  Nicola Conforti da trapanisi.it, bentrovate e bentrovati i all’ascolto.
“Della sede ci avete privato e con l’ignoranza ci avete bendato” #senzaplessononèlostesso, così ha preso il via la terza giornata di protesta e di manifestazione da parte degli studenti del Liceo Classico e del Liceo Scientifico di Trapani costretti a fare doppi turni snervanti, pesanti sia per gli studenti che per i professori, visto che ancora non è fruibile la sede del Liceo Classico e per questo  classico sono costretti a dividere le aule con quelli dello Scientifico in Viale Duca d’Aosta, costringendo appunto ai rientri pomeridiani e alternanze che non sono assolutamente conciliabili con le routine scolastiche.
Insomma dopo la manifestazione che ha avuto luogo martedì di fronte Palazzo Cavarretta partecipatissima e dopo lo sciopero bianco di ieri gli studenti del Liceo Scientifico Fardella e del Liceo Classico Ximenes hanno deciso questa mattina, nonostante la pioggerellina che è caduta nelle prime ore, di riunirsi tutti quanti in via Garibaldi proprio davanti la sede centrale del Liceo Scientifico e hanno messo in atto una strategia di comunicazione sociale particolarmente efficace. L’avevano a quanto pare pensata e studiata e meditata proprio nel corso del comitato studentesco straordinario che ha avuto luogo ieri pomeriggio. Cosa hanno fatto gli studenti dei Licei trapanesi?  anziché assembrarsi in un unico gruppo si sono messi in fila lungo i due marciapiedi di via Garibaldi con un libro in mano in segno di protesta contro la mancanza di una sede dove svolgere le lezioni scolastiche. Si è creato così un vero e proprio lungo il quale purtroppo il “treno della cultura” non può transitare e scorrere visto che di fatto a Trapani manca un luogo deputato alla cultura per questi ragazzi che rappresentano le nuove generazioni e che meriterebbero sicuramente un po’ più di rispetto. Alla base di questa protesta c’è l’ impossibilità di fruire di un logo che è stato ristrutturato con fondi pubblici e che rimane comunque chiuso perché secondo quanto hanno spiegato ai ragazzi e i ragazzi stessi hanno spiegato ai mezzi di comunicazione “non c’è l’agibilità per una uscita di sicurezza che dal plesso di Corso Vittorio Emanuele consentirebbe una veloce eventuale evacuazione in via Roma attraverso il vecchio tribunale”, insomma la sede centrale del liceo classico è stata ristrutturata ed è agibile, non è agibile invece una porta che risiede in un vecchio edificio di proprietà del comune di Trapani!
E mentre la burocrazia come sempre farà il suo corso chiudo questa edizione così come l’ho aperta con uno slogan, perché è il momento di slogan, è momento di protesta “Della sede ci avete privato e con l’ignoranza ci avete bendato” #senzaplessononèlostesso questo l’hastag che sottolinea una incresciosa situazione che riguarda tutti i giovanistudenti trapanesi,  quelli dei licei scientifico e classico, ma anche quelli universitari che con i tagli operati da Ryanair fino a marzo 2018 delle tratte che collegavano Trapani con Roma, Parma, Genova e Trieste, sembra proprio che da questa situazione non possono assolutamente scappare!
Ed è tutto. Grazie per l’attenzione, a più tardi.
Nelle foto di Erika Conforti “il Binario della Gioventù Trapanese dove il treno della cultura non può transitare”

studenti-protesta-2017-09-28-at-09-20-39 studenti-protesta-2017-09-28-at-09-28-19 studenti-protesta-2017-09-28-at-09-19-09 studenti-protesta-2017-09-28-at-09-19-10 studenti-protesta-2017-09-28-at-09-19-30

Tags: ,

Related Posts

Lascia un Commento

« Previous Next »

Scroll to top