Il suo messaggio su Facebook sta ottenendo centinaia di condivisioni ed innumerevoli like.
Il campione trapanese Peppe Vento, dopo aver entusiasticamente annunciato il 25 ottobre scorso in Cuoregranatacafè la sua partecipazione con la Nazionale di Maxybasket alla seconda puntata della nuova edizione di Portobello condotta su RAI 1 da Antonella Clerici, torna da questa esperienza televisiva con una profonda delusione.

Questo è il podcast della puntata #19 di Cuore Granata Cafè in cui Peppe Vento è stato mio ospite ed in cui ha parlato dei suoi ultimi successi internazionali nei campionati over 75 di Tennis ed ovviamente dell’ invito ricevuto dalla trasmissione di Rai 1. Nella parte finale la sua testimonianza di un uomo che ha fatto dello sport e della sportività la sua bandiera, il faro che ti illumina nelle scelte di vita e di rapporto con se stessi e con gli altri e che sono stati vanificati, quasi derisi da pochi minuti di stupida ribalta televisiva.

per ascoltare Schiaccia PLAY:

In Questo Articolo del 4 luglio 2017 invece vi raccontai dell’incredibile impresa di Peppe Vento (classe 1942) ai MONDIALI di MAXY BASKET.

Questa infine la sua comprensibile esternazione sulla sua visitatissima pagina FB:

Peppe Vento
4 h ·
Lettera aperta a Portobello
Ho voluto aspettare 48 ore per metabolizzare meglio il comportamento quantomeno irrispettoso (è un eufemismo) di Portobello e quindi della Clerici e della RAI nei confronti della nazionale Maxibasket Over 70; ma più metabolizzo e rivedo la trasmissione, più aumenta la rabbia, la delusione, l’indignazione.
Ci avete trattato come fenomeni da baraccone senza alcun rispetto.
Avete sperperato denaro dei contribuenti spostando e spesando tutti: aereo, taxi, treno, albergo, ristorante per due giorni interi. 16 persone provenienti da tutta Italia ed il più distante io che provenivo da Trapani.
Ci avete fatto stare nei due giorni in un camerino per decine di ore per poi farci fare dei provini ridicoli. Il tutto si poteva completare in max 60 minuti; avete disatteso completamente il programma che era stato condiviso ed infine ci avete dedicato nella trasmissione in tutto 4 minuti da distribuire tra 16 persone cioè 240 secondi di cui 120 consumati da Dan Peterson.
Ci avete fatto fare le marionette con qualche tiro in un canestro fatiscente, poi avete cominciato a presentare la squadra per fermarsi inopinatamente a neanche un terzo dei componenti la nazionale.
Avete volutamente dimenticato che non si trattava di una squadra di ragazzini del Minibasket, che in ogni caso avrebbero meritato maggiore rispetto, ma di 16 professionisti affermati tra i 70 e i 78 anni che si sono messi in gioco in maglietta e pantaloncini per rilanciare un messaggio di alto valore sociale, sportivo, culturale e salutare dimostrando come l’attività fisica e sportiva in genere, ma a maggior ragione se praticata da diversamente giovani, porti benefici incalcolabili anche sotto il profilo economico alla collettività.
Ricordo che questi vecchietti agli ultimi campionati del mondo del 2017 di Montecatini si sono classificati tra le prime 4 squadre e che gli stessi hanno vinto la medaglia d’argento agli europei del 2018 a Maribor.
Avete perso una grande occasione per far fare un salto di qualità ad una trasmissione obsoleta incentrata su una cagnolina che cerca un compagno per fare tanti cagnolini e/o sulla vedova che cerca un nuovo marito che non sia superstizioso, in quanto i suoi diversi precedenti mariti sono defunti.
Ecco il motivo per il quale avete indici di ascolto ridicoli, considerando che siete su Rai 1 di sabato ed in prima serata; cara Clerici ti andava meglio quando stavi dietro i fornelli.
Il grande, indimenticabile, inimitabile Enzo Tortora si rivolterà nella tomba nel vedere questa trasmissione così deteriorata. Non capisco come mai la famiglia che credo sia titolare dei diritti televisivi di Portobello non si sia rifiutata di concedere l’autorizzazione e non cerchi ora di bloccare la trasmissione.
Per finire qualcuno ha ipotizzato che ci siano state ingerenze esterne per oscurarci, a chi abbiamo dato fastidio? Sarebbe bene fare chiarezza su questo aspetto, perchè se è vero, sarebbe semplicemente vergognoso.
A questo punto sarebbe auspicabile ricevere le pubbliche scuse da parte vostra, da parte della Clerici e della Rai per la mancanza di rispetto e la caduta di stile che avete avuto nei nostri confronti.